29° anniversario: 26 aprile 1986

cher3

Chernobyl è in Ucraina. A 130 km da Kiev. Sono passati 29 anni dal 26 aprile del 1986, il giorno dell’incidente nucleare più grave nella storia dell’umanità.

Così il presidente Petro Poroshenkolo ha commemorato quella catastrofe nel suo discorso al Paese:

“L”atomo pacifico’ in pochi secondi stravolse la vita delle persone, superò le frontiere dello Stato, trasformò una parte della bellissima regione della Polesia in una zona vietata, separandola per lungo tempo dal resto del mondo.

Chernobyl è innanzi tutto, una grande tragedia dell’umanità, il cui epicentro è nella nostra terra. Con un dolore che non si placa nei nostri cuori ricordiamo anno dopo anno coloro che hanno sostenuto la furia incontrollabile dell’energia nucleare. Che la loro gloria sia immortale!

Le conseguenze di quella catastrofe hanno caricato di un fardello pesante il nostro popolo. Negli ultimi difficili tempi per l’Ucraina è stata importante la solidarietà mondiale nell’affrontare i problemi connessi a Chernobyl. Noi speriamo di potere, assieme ai paesi sostenitori, portare avanti l’attesa costruzione di quel sarcofago di sicurezza del blocco della centrale che possa difendere per sempre gli Ucraini e gli altri popoli dalla ripetizione della tragedia del 1986.

Con la fine dello scorso secolo noi abbiamo chiuso la centrale nucleare di Chernobyl, ma quella pagina della nostra storia resta aperta. La globalizzazione dei problemi ecologici ci spinge a pensare a quale tipo di pianeta lasceremo alle future generazioni. Sono certo che la comunità mondiale rafforzerà la difesa del futuro dell’umanità.

Il consolidamento e lo sviluppo dell’indipendenza dell’Ucraina sono strettamente connesse alla storia della nostra lotta contro le conseguenze della catastrofe di Chernobyl, con la storia delle persone  che hanno sofferto per questo terribile avvenimento. Che anche in futuro il ricordo di questo dolore comune unisca sempre gli Ucraini, nel loro cammino verso una vita migliore nella famiglia dei popoli europei.

Vi auguro la pace, la salute, la felicità e la bontà. Gloria all’Ucraina! “Slava Ucraini!”

http://112.ua/glavnye-novosti/sehodnia-29-ia-hodovshchyna-katastrofi-na-chernobilskoi-aes-224320.html

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *