L’Ucraina è al centro dell’Europa, riassume l’Occidente e l’Oriente, ne è la cerniera.

A lungo l’abbiamo confusa con la Russia, zarista prima, sovietica poi, perché noi conosciamo poco il Centro e l’Est del nostro continente.  Eppure siamo, o saremo, inquilini della stessa  “casa comune europea”. Non possiamo non conoscere i nostri vicini. E Kiev è più vicina a Roma di quanto non lo sia Lisbona.

Qui proponiamo uno sguardo, assolutamente non asettico, su un Paese che ci è caro per molte ragioni, umanitarie, storiche, culturali, venute ad aggiungersi le une alle altre in un percorso di amicizia e di conoscenza che ha avuto inizio parecchi anni fa, nel 1986, l’anno di Chernobyl, avvenimento emblematico per capire l’inutilità dei confini – nessun confine fermava la contaminazione nucleare, così come nessun confine ha fermato la solidarietà internazionale -.

 

 


 

Contatti:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio