Dall'”holodomor” alla Crimea ucraina

imemoriale2

La storia ha dei fili lunghi…

Una spiegazione del perchè la Crimea fu “donata”” all’Ucraina da Krusciov nel 1954, la fornisce la nipote di Krusciov stesso, Nina, docente di  Relazioni Internazionali presso la New School di New York, in un’intervista apparsa su “Repubblica” il 10 marzo 2014, in un articolo di Julie Zaugg.

La decisione fu presa da Krusciov nell’ambito della sua politica di decentralizzazione dell’Urss e su di essa contò la maggiore somiglianza delle caratteristiche economiche di Crimea e Ucraina, entrambi produttori agricoli. Ma Krusciov  con questo gesto intese anche “ricompensare questa regione, il cui frumento aveva nutrito l’Unione Sovietica dopo la seconda guerra mondiale, e scusarsi per l’Holodomor, la grande carestia degli anni Trenta”.  Quella “carestia”, che era costata la vita a milioni di contadini ucraini, era stata voluta da Stalin e Krusciov, che era legato all’Ucraina, non l’aveva evidentemente dimenticato. Il 1954 è l’anno successivo alla morte di Stalin.

Questa spiegazione non è condivisa da tutti, soprattutto non dai Russi, ma è sostenuta da molti storici.

Nella foto: il viale d’ingresso al “Memoriale alle vittime delle carestie” a Kiev, di Anatoly Gaidamaka.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *