Emigranti

ben

Leggiamo su un giornale on line lituano che Putin, in visita a Kaliningrad, ha deriso la Lituania per il fatto che i suoi abitanti pensano di poter stare meglio altrove e per questo emigrano.

Il giornalista risponde al presidente russo per le rime, invitandolo a preoccuparsi del problema in casa propria, visto che dalla Russia non emigrava dall’inizio del secolo un numero così alto di persone  – oltre 200.000 persone nei primi 8 mesi del 2014 -.

Non solo. A preferire di trasferirsi altrove sono spesso degli stranieri con un alto profilo di specializzazione professionale: nell’ultimo anno e mezzo 250.000 tedeschi, ovvero un terzo del loro totale, e il 40% degli americani, inglesi e spagnoli che lavoravano nel Paese, e tra i russi quanti hanno la sensazione del déja-vu e temono il ritorno ad un clima da regime sovietico.

Mentre, inoltre, il numero dei cittadini russi che chiede di trasferirsi in Lituania è in progressivo aumento – 2082 richieste nel corso dei primi 6 mesi di quest’anno -, pochissimi russi residenti in Lituania hanno accolto l’invito di un programma statale russo a ritornare in Russia: solo 90 persone in 8 anni.

Per concludere con un dato d’insieme, in base ai dati ufficiali russi la popolazione russa è di 143,7  milioni di cittadini – dato del 2014 -. Per confronto, nel 1993 era di 148,6 milioni.

http://ru.delfi.lt/news/live/putin-poshutil-ob-emigracii-iz-litvy-no-zabyl-o-neshutochnoj-probleme-v-rossii.d?id=68613594

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *