Fine della guerra del gas

Il primo ministro Vladimir Groisman ha dichiarato che la dipendenza dell’Ucraina dalla Russia per il gas è destinata a terminare, visto che le riserve ucraine sono tali da soddisfare non solo il fabbisogno nazionale, ma da permettere anche l’esportazione.

E in realtà l’Ucraina, che conosciamo come Paese in difficoltà, ha straordinarie ricchezze del sottosuolo. Riportiamo quanto scrive una fonte ufficiale, in nostro Ministero degli Esteri:

“L’Ucraina vanta ricchi giacimenti di materie prime come carbone, minerale di ferro, gas, petrolio, argilla. L’industria pesante (siderurgia, metallurgia, chimica) attinge agli importanti giacimenti locali di minerali di ferro e ai depositi di carbone. Nell’anno 2012 l’Ucraina è salita al 9 posto tra 62 paesi produttori d’acciaio ed è tra i primi dieci paesi produttori ed esportatori di metalli.  All’Ucraina inoltre appartiene il record nella produzione del carbone all’interno dell’Europa. L’Ucraina occupa il 13-simo posto nel mondo per la produzione del carbone ed è il quarto paese in Europa per riserve di gas e petrolio.

L’Ucraina vanta delle ingenti risorse di caolino, argille plastiche ed argille refrattarie, che costituivano circa il 70% delle riserve dell’ex Unione Sovietica. Nel territorio ucraino è presente l’unico deposito europeo di sabbie minerali, da cui si estrae zircone per 35.000 tpa, il ché fa dell’Ucraina il sesto produttore mondiale.

L’Ucrania ha i più grandi giacimenti di uranio d’Europa.”

http://www.infomercatiesteri.it/materie_prime.php?id_paesi=96

http://podrobnosti.ua/2213557-ukraina-nahoditsja-v-trojke-liderov-po-mestorozhdeniju-gaza-grojsman.html

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *