La Dalia non è solo un fiore…

dalia

Ha un cognome impossibile e un nome floreale il presidente della Lituania: Dalia Gribauskaite. Guida un Paese di 3 milioni e mezzo di abitanti, appena entrato nella zona euro, che ha una grande preoccupazione: è troppo vicino alla Russia.

La sua preoccupazione Dalia Gribauskaite la esprime in modo chiaro, e altrettanto chiaramente pone le condizioni per “lasciare aperta la porta al dialogo”.

Ecco cosa ha recentemente dichiarato in una intervista:

La disgrazia in realtà ci riguarda tutti: quando si dà inizio a delle operazioni militari, quando si dà inizio a delle invasioni, e quando un Paese inizia a comportarsi in maniera aggressiva verso un altro, verso un Paese vicino, questo è una disgrazia.

E ovviamente, se un Paese non si sente sicuro e cerca di superare questa propria insicurezza aumentando la propria aggressività, attraverso l’annessione di territori, attraverso la guerra, questo è senza alcun dubbio un problema per tutti.

Un cattivo vicino affamato indubbiamente non è un bene e quelle difficoltà che sono iniziate nei nostri vicini – non solo in Russia e in Bielorussia – sono preoccupanti. Ma nessuno desidera il male dei vicini e di questi Paesi. Per questo l’Europa e noi stessi lasciamo sempre aperta la porta al dialogo. Ma il dialogo sarà possibile solo quando l’aggressione si fermerà, solo quando l’Ucraina riaffermerà la propria integrità territoriale“.

E’ interessante il riferimento alla sensazione di insicurezza della Russia, una sensazione derivante non dalla minaccia costituita dagli Stati Uniti, ma dalla consapevolezza di non essere più in grado di confrontarsi con l’Occidente come lo erano ai tempi dell’Unione Sovietica. E’ un bisogno di rivalsa per l’ “umiliazione” della dissoluzione dell’Unione Sovietica, la cui ricostituzione è nel progetto del “sovietico” Putin.

http://ru.delfi.lt/news/politics/prezident-litvy-golodnyj-zloj-sosed-eto-ploho.d?id=66769550#ixzz3NI6eC4u9

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *