La guerra e le frontiere

Si è tornati alla situazione del 2014. I combattimenti nel Donbass si sono fatti violenti. Ne è centro Avdiivka, cittadina poco lontana da Donetsk, praticamente una sua zona industriale, di circa 35.000 abitanti in tempo di pace, circa la metà ora. La missione di osservazione dell’OSCE parla di oltre 10.000 violazioni al regime di cessazione del fuoco in pochi giorni. Sparano con lanciamissili di grosso calibro, vietato dagli accordi di Minsk, i separatisti – russi. Sparano i soldati dell’esercito ucraino. I civili sono lì, nel mezzo. Circa 200 abitazioni distrutte in pochi giorni, saltata la corrente elettrica, la fornitura dell’acqua e il riscaldamento. Morti tra i soldati e i civili da parte ucraina, morti, secondo i bollettini militari ucraini, tanti anche tra i separatisti aiutati dall’esercito russo.

L’intensificarsi delle azioni sarebbe dovuto ad un ordine venuto da Mosca, che avrebbe minacciato di prendere direttamente nelle proprie mani la guerra, togliendola ai capi della autoproclamatasi repubblica, se non riescono loro a sbloccare la situazione. Spostamenti di una settantina di autocarri militari sono stati registrati dagli osservatori OSCE anche nella regione di Lugansk. A motivare la ripresa degli attacchi sarebbe anche l’interesse di Putin di impostare i rapporti con Trump mostrandosi come uomo forte, nonché quello di influenzare l’incontro del presidente ucraino con la Merkel a Berlino.

Il Ministro degli Esteri della Lituania ha dichiarato che si deve aumentare il livello di sostegno all’Ucraina e che l’attenzione internazionale su quanto sta avvenendo e sul non rispetto degli accordi di Minsk da parte della Russia, Paese aggressore, è troppo bassa.

La Lituania sta fortificando ulteriormente la sua frontiera con la Russia e con Kaliningrad  per evitare infiltrazioni da quel Paese. “Qui da noi non vogliamo ‘uomini verdi’”, è stato detto, con riferimento ai militari russi infiltratisi in Ucraina nel 2014. La questione del treno che dovrebbe trasportare gli spettatori dei campionati mondiali di calcio 2018 a Mosca da Kaliningrad attraversando il territorio lituano è per il momento sospesa, senza soluzione.

Acque agitate tra Minsk e Mosca. Come in un balletto che si ripete, di nuovo Lukashenko è ai ferri corti con Putin, ma non è detto che poi non gli si riavvicini, come è successo altre volte. Occasione la decisione di Mosca di stabilire un vero controllo sul confine tra i due Paesi in risposta alla decisione bielorussa di eliminare il visto di ingresso per chi proviene da 80 Paesi, compresi gli Stati Uniti e i membri dell’UE, e vi si ferma per un periodo non superiore ai 5 giorni. La Russia dice che chi entra facilmente in Bielorussia può facilmente passarsene in Russia e costruisce veri posti di controllo. Lukashenko parla di indipendenza della Bielorussia di maggior valore del prezzo del gas russo ed ha dichiarato che farà a meno del gas russo. Oggi l’indipendenza deve essere difesa sul piano economico, ha sostenuto, ed ha detto che l‘Ucraina sta combattendo per la propria indipendenza. 

http://eurasiadiary.com/en/news/specialist-view/106078-whats-happening-in-avdeevka-and-what-causes-deterioration-of-situation

http://www.pravda.com.ua/rus/news/2017/02/3/7134335/ 

http://www.pravda.com.ua/rus/news/2017/02/3/7134333/

http://www.pravda.com.ua/rus/news/2017/02/3/7134317/

http://ru.delfi.lt/news/politics/glava-mid-litvy-ob-ukraine-situaciya-vernulas-na-uroven-2014-goda.d?id=73642860

http://ru.delfi.lt/news/politics/ctrany-baltii-otgorazhivayutsya-ot-rossii-dvuhmetrovymi-zaborami.d?id=73648682

http://ru.delfi.lt/news/politics/rossiya-reshila-prekratit-peregovory-s-litvoj.d?id=73627322

http://podrobnosti.ua/2158628-mid-belarusi-rezko-otreagiroval-na-ustanovlenii-prigranichnoj-zony-rossiej.html

http://www.novostimira.com.ua/news_175633.html

http://www.novostimira.com.ua/news_176366.html

http://podrobnosti.ua/2158992-rossija-potrebovala-ot-glavarja-dnr-aktivizirovat-boevye-dejstvija-razvedka.html

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *