La Russia non si ferma?

putin2

Nonostante gli accordi sottoscritti a Berlino negli incontri a quattro, la Russia ha negato nuovamente ai rappresentanti della missione internazionale della Croce Rossa di visitare i cittadini ucraini detenuti in Russia con accuse che l’Ucraina ritiene false.

Il ministro degli Esteri della Lituania ha dichiarato, nel corso del forum sulla sicurezza tenutosi a Varsavia, che “la Russia non è una superpotenza, ma un superproblema”, dinanzi alla cui politica aggressiva l’Unione Europea e la Nato non devono stare in una posizione di attesa, ma prendere una posizione decisa prima che sia troppo tardi.

Il consenso di cui gode il presidente Putin in Russia è altissimo, l’84% della popolazione approva la sua politica.

Forte all’interno, Putin può davvero pensare ad attaccare un Paese della Nato, innescando una reazione a catena che coinvolgerebbe tutti i Paesi dell’Alleanza?

Secondo il politologo, consigliere del Ministro degli Esteri polacco, Pshemyslav Juravskiy, la risposta è sì. Il budget russo per le spese militari non è, a suo avviso, proporzionato a normali esigenze di sicurezza. E’ un budget da guerra. Una guerra che la Russia alla fine perderà, ma per la quale è ora in vantaggio, avendo già mobilitato tutto il suo esercito. La Nato è più forte, ma non si è preparata ad un vero attacco, prendendo solo decisioni limitate a far capire che potrebbe rispondere ad un attacco. E, sempre secondo il politologo, questo è il momento atteso da Putin: Barack Obama sta per andarsene. Il nuovo presidente americano potrebbe essere Donald Trump, in cui favore si è mobilitata la strategia informatica russa. In Francia e in Germania si avranno elezioni dalle quali potranno uscire rafforzati movimenti che indeboliranno il potere centrale. La risposta debole all’annessione della Crimea e all’aggressione nel Donbass spingono Putin a ritenere di poter andare avanti, con un altro Paese, forse la Bielorussia, non ostile al potere delle Russia e la cui annessione potrebbe essere presentata come ricostituzione dell’impero.

http://www.pravda.com.ua/rus/news/2016/10/26/7124906/

http://www.pravda.com.ua/rus/

http://ru.delfi.lt/opinions/comments/ekspert-rossijskij-voennyj-byudzhet-ne-dlya-shantazha-i-pokazuhi-a-dlya-vojny.d?id=72690094

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *