La tregua che non c’è

trattore1

La tregua. Ma quale? I separatisti minacciano perfino i rappresentanti dell’OSCE, che pertanto non possono andare a verificare che non si spari o meglio, vista la situazione, da quale parte si stia sparando. E così continuano gli attacchi di cui ogni giorno le Forze armate ucraine danno il resoconto pubblico: tanti attacchi, tanti soldati morti, tanti feriti. Non così tanti come nei momenti di maggiore violenza del conflitto, ma non è una vera tregua, piuttosto un tempo da sfruttare per posizionarsi meglio, per spiegare altre armi pesanti.

Donald Tusk, presidente del Consiglio d’Europa, ha dichiarato che in base ai dati raccolti dall’Osce la tregua scattata il 15 febbraio è stata rotta più di 800 volte, che sono pronte altre sanzioni contro la Russia e che scatteranno subito in caso di attacco a Mariupol, la città verso sud, in direzione della Crimea,  nelle cui vicinanze i filorussi e i russi stanno spostando le forze già sul campo potenziandole con lanciamissili e carri armati e con nuovi soldati provenienti da varie Repubbliche e da varie zone. Ultimamente ne sono arrivati dalla città di Samara, sul Volga.

E mentre questa è “la tregua”, l’esercito russo fa esercitazioni alla frontiera con la Lettonia e l’Estonia con 2.000 uomini e 500 carri armati; la Lituania, preoccupata, reintroduce il servizio di leva; la Gran Bretagna dichiara guerra alle spie russe; Lavrov, il ministro degli Esteri russo, si propone di presentare alle Nazioni Unite una legge che stabilisca il diritto all’autodeterminazione dei popoli, ad uso esclusivo dei separatisti del Donbass.

A pensare a tutt’altro è Medvedev, poco presente su questo scenario di guerra. Lui conta le macchine agricole disponibili per i lavori della prossima primavera-estate e dice che non sono sufficienti. Il paese non potrà acquistarne all’estero, come di consueto, e questo è un problema. Apparentemente marginale, ma in realtà molto, molto serio. Anche per fare la guerra bisogna mangiare.

E trasformare i carri armati in trattori no?

http://podrobnosti.ua/2017893-v-donetske-terroristy-ugrozhali-ubit-nabljudatelej-obse.html

http://podrobnosti.ua/2017878-velikobritanija-nachinaet-aktivnuju-borbu-so-shpionami-iz-rossii.html

http://rus.delfi.lv/news/daily/abroad/v-pogranichnoj-pskovskoj-oblasti-nachalis-ucheniya-vdv-rossii.d?id=45622898

http://ru.delfi.lt/news/live/ukraina-na-peredovoj-obstrely-mariupol-gotov-k-atake.d?id=672

http://112.ua/obshchestvo/tusk-evrosoyuz-gotov-prinimat-mery-v-otvet-na-narusheniya-minskih-dogovorennostey-195821.html50640

http://ru.delfi.lt/abroad/global/lavrov-predlozhil-obyavit-revolyucii-vne-zakona.d?id=67255402

http://podrobnosti.ua/2017914-soldaty-srochniki-iz-samary-edut-voevat-v-ukrainu-video.html

http://ru.delfi.lt/abroad/russia/v-rossii-ne-hvataet-sredstv-na-vesenne-polevye-raboty.d?id=67254842

http://www.mondomacchina.it/it/russia-frena-il-mercato-delle-macchine-agricole-tiene-export-italiano-c625

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *