No! Lei no!

ba

Questo sì che è un duro colpo! Lei, Barbara Bril’ska, tra le persone non grate in Russia! E come passeranno il prossimo ultimo dell’anno molti Russi?!

Lei, attrice polacca, è la protagonista di un film cult del 1975 dello stesso regista di “Arca russa”, Eldar Rjazanov, “Ironiya sud’bì”, ovvero “Ironia del destino”.  Il film, che prende spunto da una presa in giro dell’architettura popolare di epoca brezhneviana, è notissimo in tutta l’ex Unione Sovietica.

Narra la storia di un giovane medico di Mosca, Zhenja Lukashin, che, la sera dell’ultimo dell’anno, prima di partecipare alla festa con la fidanzata e la famiglia, come ogni anno si incontra con i suoi ex-compagni di studi. Bevono tutti un po’ troppo e lui finisce vittima di uno scherzo degli amici. Viene imbarcato su un aereo per Leningrado e dorme per tutto il volo. All’arrivo si reca al proprio indirizzo di casa, in una casa identica alla propria, uno dei casermoni grigi tipici del periodo, apre l’appartamento con le sue stesse chiavi, si butta sul letto e si addormenta. Dopo non molto arriva la giovane inquilina dell’appartamento e da qui prende il via la storia d’amore tra i due. Complici anche le canzoni della colonna sonora, il film è talmente conosciuto che molti ne sanno a memoria le battute, alle quali si divertono ogni volta che le sentono. E molti festeggiano il nuovo anno riguardando per l’ennesima volta questa pellicola.

O meglio, festeggiavano… Come guardare il film senza sentirsi etichettare come “nemico del popolo”, se la bella Barbara si è espressa a sostegno dell’Ucraina?

Poveri Russi! Questo è molto peggio delle sanzioni occidentali!

http://podrobnosti.ua/2039834-roman-bochkala-pora-zapretit-ironiju-sudby.html

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *