Notizie sparse

boeing

Notizie sparse (tralasciando la rivelazione del giornale inglese “Times” sui “fondi neri” di Putin accumulati grazie ad una percentuale sulle vendite di aerei…).

L’Ucraina appoggia la richiesta di un tribunale internazionale per l’abbattimento del Boeing della Malaysian Airlines, presentata alle Nazioni Unite dalla Malaysia, dal Belgio, dall’Australia e dall’Olanda; la Russia è  contraria. Nell’incidente perirono 298 passeggeri, di cui 193 olandesi.

Nelle ultime 24 ore 8 soldati ucraini uccisi nella zona di guerra.

La Russia sta provocando la Georgia, rosicchiandone strisce di territorio e togliendo i segnali di confine. Oltre alla Georgia, a protestare ufficialmente è la Lituania, che accusa la Federazione Russa di attuare una politica di aggressione nei confronti dei Paesi suoi vicini, comportandosi  contro tutte le regole del diritto internazionale e gli accordi del 2008. Va ricordato che la Russia fomentò i movimenti separatisti dell’Abkhasia e dell’Ossetia del Sud, provocando un vero stato di guerra con intervento dell’esercito russo e distacco delle due regioni.

E per continuare con le frontiere, Pavel Zhebrivskij, capo dell’amministrazione militare e civile della regione di Donetsk, dichiara di ritenere che il Kuban, regione attualmente russa, ai confini con la regione di Donetsk, potrebbe chiedere di essere annessa all’Ucraina, della quale è stata storicamente parte. “So che negli anni ’30 in Kuban esistevano 2.000 scuole ucraine. Mi ricordo bene i ragazzi del Kuban che negli anni 1980-82 hanno fatto il servizio militare con me. Loro parlavano ucraino meglio di me. Quella è terra ucraina”, ha dichiarato in una intervista. “Intanto deve finire questa guerra, poi, quando l’Ucraina tornerà alla vita normale, è possibile che questa annessione avvenga”. Lo strumento sarà, a suo avviso, non la conquista violenta di un territorio, ma il volontario condividere un diverso stile di vita.

E ancora. Alla frontiera tra Bielorussia e Russia sono stati fermati 160 turisti ucraini diretti a San Pietroburgo. La Russia richiede loro un visto di ingresso.

Infine, si moltiplicano i processi di militari russi, di leva e a contratto, per diserzione. Così ad esempio sono sotto processo alcuni disertori della brigata Majkopskaia fuggiti dal poligono della regione di Rostov, che non avevano intenzione di andare a fare la guerra contro l’Ucraina. Rischiano fino a 10 anni di prigione.

http://112.ua/mir/ukraina-podderzhala-trebovanie-k-oon-sozdat-mezhdunarodnyy-tribunal-po-katastrofe-mn17-245236.html

http://www.askanews.it/polveriera-ucraina/est-dell-ucraina-uccisi-8-soldati-nelle-ultime-24-ore_711560316.htm

http://podrobnosti.ua/2047266-niderlandy-dokazali-chto-boing-sbili-boeviki-donbassa-cnn.htm

http://ru.delfi.lt/news/politics/mid-litvy-ustanovka-pogranichnyh-znakov-v-gruzii-gruboe-narushenie-rossii.d?id=68485496

http://podrobnosti.ua/2047296-pavel-zhebrivskij-hochet-prisoedinenit-kuban-k-ukraine.html

МИД Украины: Российские пограничники задержали 160 украинцев на границе с Белоруссией 112

http://ru.delfi.lt/abroad/russia/gazeta-ispugavshihsya-otpravki-na-ukrainu-rossijskih-kontraktnikov-budut-sudit-za-dezertirstvo.d?id=68463526

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *