Parole – Nemtzov – vecchietti

sevv

Dichiarazioni ufficiali, tante volte ripetute da dare la sensazione del disco rotto, da parte della Merkel, della Nato, dei Paesi Baltici: la tregua nel Donbass non c’è mai stata, non c’è; gli accordi di Minsk non sono stati realizzati; il cessate il fuoco è la condizione preliminare al tentativo di dare un qualche assetto al Donbass; Mosca mente dicendo di non star armando e istruendo i separatisti, e mente dicendo che non ci sono soldati regolari russi nel Donbass se non quelli  andati in vacanza con carri armati e kalashinikov.

Da segnalare al riguardo:

– la protesta della famiglia di un soldato russo inviato nel Donbass, alla quale hanno fatto avere la bara con il corpo di un soldato morto, che non era però il loro figlio ;

– la dichiarazione che nel Donbass si contano 33.000 combattenti filorussi e 8.000 soldati russi, tra i quali anche soldati super-addestrati;

– la dichiarazione da parte delle auto – proclamatosi repubbliche filorusse che il numero dei civili uccisi nel Donbass durante la guerra è tra 6.000 e 10.000;

– la dichiarazione di Amnesty International sulla accertata fucilazione di alcuni prigionieri da parte dei filorussi.

Potremmo continuare, ma ci fermiamo. E passiamo ad una notizia quasi nuova relativa a Boris Nemtsov, “quasi” nel senso che se ne era già parlato subito dopo la sua uccisione. E stato pubblicato, postumo, con il titolo “Putin. Voinà“, ovvero  “Putin. La guerra”, il materiale al quale il leader dell’opposizione stava lavorando e che è stato forse la causa della sua morte. Si tratta di interviste a soldati russi inviati a combattere in Ucraina e a famigliari dei soldati russi morti in Ucraina, che smentiscono la dichiarata assenza di militari russi se non partecipanti come “volontari” alle azioni di guerra in Ucraina. E, poi, si tratta di calcoli minuziosi sui costi di questa guerra per il popolo russo. Lo Stato dall’inizio del conflitto, secondo i calcoli di Nemtsov, ha speso 53 miliardi di rubli, cui sono da aggiungere le perdite economiche derivanti dalle sanzioni applicate al Paese in conseguenza dell’annessione della Crimea e  della guerra nel Donbass. Il fascicolo pubblicato è indirizzato ai Russi, che pagano cara la politica di Putin.

Per finire una notizia flash. Anzi una foto. Il giorno delle celebrazioni per l’anniversario della fine della II guerra mondiale nella cittadina di Severodonetzk, nella regione di Lugansk, nel Donbass  sotto controllo ucraino, pioveva. Soldati di guardia al monumento ai caduti in servizio di picchetto sotto la pioggia? No. A proteggerli con i loro ombrelli, a turno, anziani pensionati che rimanevano loro sotto la pioggia pur di “difendere” simbolicamente i soldati ucraini. I vecchietti!

Порошенко и Меркель призвали немедленно прекратить огонь в зоне АТО и полностью отвести тяжелуtante volte ripetute ю технику

Минские соглашения в основном нарушают боевики, – комиссия Украина-НАТО

http://112.ua/obshchestvo/na-donbasse-naschityvaetsya-poryadka-33-tys-boevikov-i-bolee-8-tys-rossiyskih-voennyh-galushko-228614.html

http://podrobnosti.ua/2033337-seme-pogibshego-na-donbasse-soldata-rf-vydali-chuzhoe-telo.html

http://podrobnosti.ua/2033283-v-severodonetske-pensionery-prikryli-ukrainskih-bojtsov-ot-dozhdja-foto.html

http://ru.delfi.lt/abroad/russia/reuters-na-ukrainu-posylali-voevat-elitnyh-tankistov-iz-kantemirovskoj-divizii.d?id=67929826

http://112.ua/obshchestvo/boeviki-zayavlyayut-chto-chislo-mirnyh-zhertv-boevyh-deystviy-v-dnr-sostavlyaet-6-10-tys-chelovek-227783.html

http://112.ua/obshchestvo/Amnesty-International-izvestny-vosem-sluchaev-rasstrela-boevikami-plennyh-boycov-ato-227776.html

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *