Piccineria…

fiori

Una piccola notizia.

Ai cancelli dell’Ambasciata delle Federazione russa a Kiev la gente porta fiori, lascia biglietti di condoglianze e accende candele  in segno di partecipazione al dolore delle famiglie delle vittime dell’aereo russo precipitato in Egitto.

Questa spontanea manifestazione ha suscitato lo stupore del giornalista russo di “Moskovskiy Komsomolez” Ajder Muzhdabaeb, il quale ha scritto, sulla sua pagina Facebook:

” Li abbiamo aggrediti. Abbiamo strappato  loro il territorio. Abbiamo mosso loro guerra. Abbiamo ucciso migliaia di persone. In tutto il loro paese ci sono profughi. Ma loro portano i fiori all’Ambasciata della Russia, provano compassione, piangono. Gli ucraini sono dei santi. Come possono la mente e la lingua pensare e parlare male di loro? Un profondo inchino da parte dei russi che conservano ancora la coscienza”.

Peccato che la propaganda russa, ad esempio su vesti.ru, faccia apparire le foto dei fiori, dei lumini, dei peluches in realtà deposti al cancello dell’Ambasciata a Kiev con la didascalia che si tratta della partecipazione al dolore per la tragedia dei russi della Crimea e del Donbass.

Quanto si può essere piccini…

http://podrobnosti.ua/2069534-ukraintsy-prinosjat-tsvety-k-posolstvu-rossii-foto.html

http://podrobnosti.ua/2069549-zhurnalista-rossii-rastrogala-reaktsija-ukraintsev-na-aviakatastrofu-v-egipte.html

http://podrobnosti.ua/2069583-propagandisty-kremlja-pokazali-skorb-rossijan-fotografijami-iz-kieva.html

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *