Preoccupati o pre-occupati?

paura

Potrebbe trattarsi di una epidemia di panico. E il panico, come si sa, è irrazionale. Però…

La Danimarca è preoccupata.  Si è vista, a sorpresa, minacciata direttamente e senza mezzi termini dalla Russia. Qualora decidesse di aderire al sistema di difesa antimissilistico della Nato, ha dichiarato l’ambasciatore russo a Copenaghen, Mikhail Vanin, la Danimarca vedrebbe le sue navi diventare obbiettivo di missili nucleari russi. Tale dichiarazione, ha suscitato la reazione del rappresentante dell’Alleanza che ha accusato simili affermazioni di non contribuire a ristabilire una situazione di pace e di stabilità, visto che il sistema antimissilistico ha una natura difensiva e non di attacco. Il Ministro degli esteri danesi Martin Lidegor ha rilasciato una analoga dichiarazione, sottolineando che il suo paese nell’agosto del 2014 ha preso la decisione di dotare di radar antimissile una o più fregate. La minacciosa dichiarazione dell’ambasciatore russo è stata rilasciata alla stampa subito dopo la comunicazione da parte danese dell’intensificarsi di voli di aerei militari russi a transponder spenti, e quindi non rintracciabili, ai limiti dello spazio aereo della Danimarca, il che costituisce anche un pericolo evidente per l’aviazione civile.

Più che di preoccupazione si tratta davvero di panico in Lituania. Il rappresentante del servizio statale di protezione dei confini Rokas Pukinskas ha comunicato che al Ministero degli Esteri era giunta notizia che un treno diretto a Kaliningrad aveva come passeggeri gruppi di giovani russi e che per questo erano stati intensificati i controlli e circondata da forze di polizia la stazione ferroviaria di Vilnius. Verificati i documenti dei giovani russi, non essendoci in essi nulla di irregolare e non potendo impedire loro il passaggio sul territorio lituano, il treno è stato fatto proseguire. In realtà, la Russia aveva comunicato che sarebbero state effettuate delle esercitazioni militari in tutte le regioni del paese, compresa l’enclave russa di Kaliningrad, verso la quale sono stati inviati caccia, bombardieri e complessi missilistici “Iskander”. Il Ministero lituano aveva avuto una segnalazione su “uomini verdi”, ovvero soldati russi mimetizzati, che sarebbero stati pronti ad entrare nel paese, segnalazione rivelatasi non veritiera, ma ritenuta credibile. In altri casi, tuttavia, la segnalazione corrispondeva alla realtà e i soldati erano stati fatti ritornare in Russia.

In Bielorussia per ora è l’opposizione a manifestare maggiori segni di preoccupazione. Il movimento “Per la libertà” ha chiesto al governo di bloccare le trasmissioni della televisione russa nel paese, motivando tale richiesta con la necessità di impedire alla Russia la creazione di una situazione simile a quella attuale dell’est dell’Ucraina.  Gli attivisti dell’organizzazione hanno anche fatto un appello ai propri concittadini invitandoli a non farsi fare il “lavaggio del cervello” dai mass-media russi interessati alla separazione di una parte del paese o al rovesciamento del governo. L’informazione è di Telegraf.by

Non è forse neanche il caso di parlare dell’Ucraina, dove non contribuisce a rassicurare nessuno la notizia diffusa da RIA “Novosti” che la Duma, il Parlamento russo, ha intenzione di attribuire nuovamente a Putin il potere di inviare l’esercito in Ucraina a fianco dei separatisti, nel caso in cui gli Stati Uniti decidano di sostenere l’esercito governativo ucraino con l’invio di armi. Obama è stato appena autorizzato dal Congresso in questo senso. Brutta situazione quella di chi si trova tra due contendenti grandi e grossi…

http://ru.delfi.lt/abroad/global/v-nato-udivleny-ugrozami-rossii-v-adres-danii.d?id=67511682

http://ru.delfi.lt/news/live/v-vilnyuse-posle-signala-o-rossijskih-voennyh-v-poezde-okruzhili-vokzal.d?id=67474256

http://ru.delfi.lt/abroad/belorussia/oppoziciya-belarusi-prizvala-ogranichit-veschanie-rossijskih-telekanalov.d?id=67514968

http://112.ua/mir/v-gosdume-rf-namereny-vernut-pravo-vvoda-voysk-rf-v-ukrainu-v-sluchae-postavok-oruzhiya-iz-ssha-209174.html

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *