Russi extra

25 aprile. In Ucraina sono stati fermati 25 collaboratori della Direzione principale di spionaggio delle forze armate russe. L’ha dichiarato a “5 canal” Andrej Senchenko, membro dell’Amministrazione presidenziale, precisando che alcuni di loro vivevano già da due-tre anni in Ucraina.

24 aprile. Il Servizio di Sicurezza Statale ha comunicato di aver fermato due membri del gruppo di sabotatori comandati dal colonnello delle forze armate russe, Igor Strelkov, operante nella zona di Slaviansk, nella regione di Donetsk, e di aver catturato l’ataman dell’unione dei cosacchi di Crimea, che è sospettato di aver partecipato ai disordini di massa.

22 aprile. Per le strade di Slaviansk sono stati visti cosacchi del Kuban, regione del Caucaso, ceceni e membri del GPU. Come si vede nelle foto di Maksim Donyuk apparse in internet, alcuni diversanti russi erano già presenti a Kramatorsk nel 2008. Apparterrebbero al 45mo reparto del reggimento di paracadutisti  e del 2° reparto speciale  del GRU della Federazione Russa.

Una testimone, Elena Mishchuk,  scrive su Facebook che di notte è apparso per le strade della città un gruppo di uomini armati sconosciuti, riconosciuti per combattenti ceceni e cosacchi del Kuban, armati di armi automatiche, granate ecc., e che hanno intimato a tutti i giornalisti presenti di andarsene entro sera.  Secondo “Ukrainskaya pravda” però nessuno se ne è andato e i giornalisti stranieri sono decisi a restare.

fonte: 112.ua del 22 aprile

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *